venerdì 26 marzo 2010

Per una notte, per fortuna


Mattiamola così.
Una guarda Raiperunanotte come segno di protesta civile.
E si ritrova alla Festa dell'Unità.
O, meglio: magari le Feste dell'Unità fossero ancora così, pensa, sebbene lei non ci abbia mai messo piede.

Si ritrova davanti ad una folla di persone che non trova più, in questo Paese, una rappresentanza politica. E questo è un fatto grave, molto grave.

Si ritrova Morgan e Venditti che cantano insieme, e non può fare a meno di pensare che, come dice l'Ing., se Venditti si fosse suicidato alla fine degli anni Ottanta sarebbe passato alla storia come un grande cantautore.

Si ritrova a fare le parti del povero Floris, che pare il martire nella caienna del Palavozza. Povero-Floris, in evidente difficoltà, prova a dire qualcosa di moderato, e lo fischiano.

Al terzo operaio in cassa integrazione va a spiare Nientology.

Si commuove, nonstante tutto, a guardare la folla di persone che sta lì fuori e a pensare che Murdoch e Santoro, in Italia, sono i paladini della libera informazione.

Si chiede, per quanto tempo ancora si andrà avanti ad affrontare il nuovo con i soliti vecchi schemi mentali.

Si annoia da sola, come al solito, a pensare alle storie che né a Uno Mattina, dove il nostro Presidente del Consiglio parla agli elettori di riferimento, né da Santoro, comparirà mai.

6 commenti:

MAQ ha detto...

io ho visto tutto RPUN, cominciando, verso la fine, a leggere in rete tutt'altro, per scavalcare i momenti di noia. ma Morgan si era tirato tutta la mezzeria della milano-bologna ieri sera? dopo due parole diventava incoerente!
la cosa peggiore di questo clima di bandi e censura è che diventano martiri ed eroi per caso anche personaggi di mezza tacca e si scivola sempre di più nella semplificazione: se non sei con noi, sei contro; se leggi il Fatto, allora ti piace Luttazzi; ci sono i buoni e i cattivi tutti divisi per tifoserie.
che cerchio alla testa...

Panzallaria ha detto...

anche io ho avuto la sensazione che non si sia dato abbastanza spazio al pensiero altro di quello che già gli ideatori avevano nella testa. la cosa positiva mi è sembrata la partecipazione e ho voluto puntare su quello. poi la gabanelli e parte del pubblico ha detto delle cose molto giuste. secondo me la valenza di ieri sera sta soprattutto nella simbologia di quest'evento.

Fai un applauso all'Ing.: la battuta su venditti mi ha fatta sbellicare ;-)

mammalellella ha detto...

sai, sono scoraggiata anch'io!
Povera Italia....

lorenza ha detto...

@MAQ: :D cosa ha fatto Morgan?!? (meravigliosa, un'epressione che mi mancava completamente). Comunque sì, anch'io ho trovato che sono andati giù con l'accetta, in fondo è quello che ha tentato di far notare Floris, ma d'altronde hai sentito cosa gli hanno detto dal pubblico: "Son 40 anni che cerchiamo la complessità"... La situazione, culturalmente parlando, non è semplice
@Panzallaria: anche a me ha colpito molto la partecipazione, la Gabanelli e (non l'ho scritto ne, post) il servizio del Trio Medusa mi è sembrato davvero bello (soprattutto con il tizio che vota centrodestra e afferma che avanti di questo passo dovrà votare la sinistra...)
@mammalella: ma io non sono scoraggiata, sono una criticona inguaribile ottimista. Mio padre diceva sempre che "gli italiani sono più intelligenti di quanto pensino i loro politici", e anch'io, in fondo, lo credo (lo spero)

emily ha detto...

bravissima, quoto tutto. nn riesco più a vedere nulla di nuovo, di originale...i soliti schemi mentali appunto.
e morgan poi....cosa e chi rappresentava????

lorenza ha detto...

Me lo sono chiesto anch'io, ma mi sono detta che era meglio non chiederselo...