martedì 30 marzo 2010

... E liberami dai lombardi


Caro Boss,
diamoci del tu, posso? Sai, anch'io sono una persona abbastanza influente, dalle mie parti. Certo, non oso paragonarmi a te, ma insomma...

Ti scrivo di prima mattina, questa notte sono stato eletto per la quarta volta Governatore della Lombardia... Sì... Esatto... Quella regione così ricca, sì, Milano capitale della moda, la sanità, la sussidiarietà, Motore d'Europa... Cosa? Quale regione più inquinata del mondo?!? Ah sì, da lassù vedi tutto nero? Strano, i nostri sistemi di rilevamento funzionano benissimo!!

Vabbe' insomma, Boss, non cambiamo discorso.
Ti scrivo perché ti volevo ringraziare. Ti volevo ringraziare perché sono un figo. Però, ho un problema.

Sai, quindici anni fa, quando diventai Governatore per la prima volta, era tutto bellissimo: il Grande Movimento Cattolico, la sussidiarietà da costruire, il nuovo che avanza, e io così giovane e già così in alto! Sono stati anni meravigliosi, abbiamo fatto grandi cose: ospedali eccellenti, leggi meravigliose, associazioni, studenti che volantinavano per me.

Quindici anni, e neanche uno che abbia tradito: la prossima volta dì a tuo figlio di passare da me, prima.

Sai Boss, il problema è che inizio ad annoiarmi. E che a Roma non mi ci vogliono, non c'è verso. Si sono presi persino quella vecchia garampana del Sindaco, che detesto ma tu sai che è che è solo sana e santa competizione, e io: nisba.

Io vorrei fare il Primo Ministro, oppure il Ministro degli Esteri: bello sono bello, potente sono potente, la castita l'ho predicata pure io, cosa mi manca?

Vadi, il problema è proprio questo: è che, per il momento, l'unico cupolone che posso ammirare è quello del San Raffaele.

Caro Boss, liberami dai lombardi. Almeno tu.

Tuo
Roberto F.

9 commenti:

chiara ha detto...

ieri sono andata a votare con tutti i papà e le mamme della materna dei miei bimbi.
pensare che sono tutti o quasi presumo, visti i risultati elettorali, di opinioni politiche lontanissime dalle mie, mi fa stare male, è inutile che continui a parlare di integrazione, etica, scuola...mi hanno lasciato blaterare per nulla?

mammalellella ha detto...

ma ti prego non dare Milano e la regione alla Lega!

Alessandra ha detto...

siamo rovinati

Anonimo ha detto...

...e se sei ancora in ascolto, Boss a noi lombardi liberaci di Formigoni!!
Stefania mamma di Vittoria

Lanterna ha detto...

Conosco persone che votano in direzione opposta alla mia eppure non sono meno etiche e attente di quanto sia io. Temo che tutti noi in Italia decidiamo di scegliere il male minore e non per tutti il male minore è la sinistra. Non ne sono più tanto convinta nemmeno io, visto come si comporta la sinistra :-(
Io personalmente sono così disgustata da come si sono comportati tutti gli attori di queste elezioni da non aver voluto votare.
L'unica per cui avrei votato con convinzione è la Bonino, ma purtroppo chi vive in Lombardia non può votare per il Lazio.

Alexa ha detto...

Tutti si lamentano e poi stravince??? Insomma qualcuno l'avrà pure votato...
Boss, ascoltaci, libera noi da lui, abbiamo sofferto abbastanza!

lorenza ha detto...

@Chiara: guarda, non so. Non direi che, in linea di principio, chi vota Roberto non condivida i discorsi su etica e integrazione (anzi, posso assicurarti che li condivide, eccome). A dirla tutta, questo sentirsi paladini dei valori nobili mi sembra uno dei grossi problemi de' noantri.
@mammalelella: eh, appunto!
@Ale: ma pensa che noia, una carriera in stallo da 15 anni. Guarda che non è banale, sai!
@Stefania: mi sa che lui ha delle raccomandazioni forti, sai...
@Lanterna: anche io penso sempre di non andare a votare, poi mi vedo davanti lo psiconano che dice di non andare a votare, e mi trascino stancamente verso il seggio...
@Alexa: davvero, tutti si lamentano? Questo malcontento non l'avevo percepito, devo essere sincera!

rocciajubba ha detto...

In Emilia si resiste...ma per quanto?
La cosa che più mi ha terrorizzato (perchè penso sia vera) è che la Lega è oggi il nuovo PCI. Perchè?
Perchè è sul territorio quello che era il PC fino agli anni'70-'80: presente, attivo, in ascolto.
E il problema non è stato (come dice qualcuno) la nascita del PD ma la perdita del contatto con la gente.
Vi ricordate Indipendence Day? All'inizio l'Addetta Stampa (o Portavoce...come si chiama) del Presidente USA dice "C'è troppa politica. Il messaggio è andato perduto".
Ecco, mi sa che il problema è lì.
E ci ritroviamo con una situazione di questo tipo e il povero Robertino bloccato nella nebbia!

lorenza ha detto...

... Sì, vero. Temo però che non sia solo una questione di perdere il messaggio, ma di averlo, il messaggio. Avere un'idea (UNA!) che non sia "sono contro berlusconi".