domenica 25 ottobre 2009

Una mamma al Pronto Soccorso: malata vera, ma sembra immaginaria


Capita.

Capita che è venerdì e mentre stai andando a prendere il nano all'uscita delle 13, improvvisamente il mondo davanti a te si sposta prima tutto a destra, e poi tutto a sinistra. Tiri una capocciata contro il montante della macchina.

"Ma che cazz...?!?!"

Ti giri e vedi un vecchietto su una macchina che sbraita: te lo sei trovato addosso senza neanche vederlo, mentre lui se ne andava bel bello sulla corsia dei tram.

Guardi il volante e pensi che devi trovare qualcuno che prenda il nano, e trovarlo alla svelta. Non sai neanche tu come, recuperi il cellulare che improvvisamente ti si è materializzato in mano, e tenti di scendere dalla macchina, la portiera si apre a fatica.

Intanto arriva il tram, e tu stai bloccando la corsia, accorre la vicina sconosciuta che ti guarda preoccupata e ti dice "Signora, bisogna chiamare i vigili, bisogna chiamare l'autoambulanza, è stato un incidente pazzesco!!!!". La guardi vacua: "Li può chiamare lei?".
L'unico pensiero che riesci a formulare riguarda il nano: chi è già a scuola e lo può portare a casa? Scorri come un'ebete la rubrica sul cellulare e trovi la mamma giusta. Ora puoi dedicarti a quei poveretti che sono bloccati sul tram, e a spostare la macchina ma non troppo, sennò poi i vigli si incazzano.

Chiami l'ingegnere, per fortuna ti risponde.

Arriva l'ambulanza a sirene spiegate, e tu ti vergogni come una matta: ti sembra di essere in una scena da E.R. de noantri, va bene tutto ma non ti sembra il caso, il tuo understatement milanese ne risente, e parecchio.

Quando ormai sei sull'autoambulanza si materializza l'ingegnere.
"Ing., i bimbi, sono con santak ma bisogna pensarci... Quando sono uscita piccoletta aveva ancora 38 di febbre!!"
"Non ti preoccupare, ci penso io".
Ma lo vedi, che è focalizzato sulla trade vigili-assicurazione-carro attrezzi.

Sull'ambulanza inizi a chiamare Santak. Santak, per politica aziendale auto-imposta da se stessa, non risponde al cellulare, quando è da te. Chiami 2,3,4 volte. Niente da fare.

Chiama l'ing. per avere alcuni dati.
"I bimbi?"
"Sono con santak"
"Ho capito che sono con santak, ma santak se ne deve andare!! Deve andare a lavorare, oggi pomeriggio!!!!"
"L'ho detto alla marisa".

La marisa è la portinaia: è pugliese, ma tutti la scambiano per russa. Prima che arrivasse la marisa, avevo una convinzione: in ogni essere umano esiste un barlume di intelligenza. Dopo di lei, ha preso piede un'ipotesi antropologica decisamente più pessimista.

Arrivi al Pronto Soccorso e quando entri per la visita dal medico di guardia, che ha la faccia del Fratello Irresponsabile della tua amica, Santak ti richiama, finalmente.

"Santa! Ho avuto un incidente, sono al PS"
"OSSIGGNORA!!"
"Santa, non ti preoccupare, sto bene... Il nano ha mangiato?!?"
"No, signora!"
Sono le 2 e mezza.
"Allora, Santa, c'è la pasta da fare con il sugo, e la bistecca sul piatto, la vedi?"
"Sìssignora, non trovo pomodoro"
E ti metti a spiegare dove sta la bottiglia della passata.

Il dottore con la faccia da Fratello Irresponsabile ha già deciso che non ti devi essere fatta troppo male, se sei lì a spiegare dove sta la bottiglia della passata, fa finta di visitarti e ti manda a fare le lastre.

Mentre aspetti di fare le lastre inizi a focalizzare tua figlia con la febbre alta, in preda ad una delle sue crisi di acetone, con la marisa che la guarda e le dice: "Sei malataaaaa?!?". Messaggi all'ing: "Sono preoccupata per i bimbi, chiama i tuoi per favore o vai a casa". SMS di ritorno: "Non ti preoccupare, ho chiamato i miei".

A quel punto esci dal PS per chiamare suocera e dare istruzioni su cosa fare con piccoletta. Dopo aver discettato di Tachipirina e Nureflex, chiudi con:
"Suocera, mi sa che i bimbi non sanno niente..."
"Allora bocca cucita! Non diciamo niente!!"
"No, no, diteglielo!!"
Mi immagino solo due bimbi con una madre che è sparita, e nessuno dice loro che fine ha fatto. Io mi angoscerei, se fossi un bambino: o, quantomeno, vorrei sapere che fine ha fatto mia madre.

In quel momento arrivano i vigili per il verbale, due donne.
Ironizzi: "Gestire due figli è come mandare avanti una multinazionale".
Ti guardano come due che non capiscono, e ti senti la solita madre egocentrica che pensa di essere wonder woman. Firmi il verbale, e torni al PS.

Ecco, adesso potresti fare davvero quella che ha avuto un incidente, ha preso una capocciata paurosa, ha male alla testa, alla mascella e alla spalla. Ma nessuno ormai ti crede più.

10 commenti:

Lanterna ha detto...

Mi dispiace tantissimo! Come va la guarigione?

M di MS ha detto...

Manco il tempo di stare male! Mi spiace per il tuo incidente, non sono cose belle. Spero che tu adesso stia meglio. E che il vecchio ti paghi una bella macchina nuova!

emily ha detto...

mammamia!!! come ti capisco!!!
qualche anno fa ho fatto un incidente con mio figlio in macchina: mi hanno tamponato a un incrocio.
sono uscita come una pazza x cercare di tirarlo fuori, è arrivata l'autoambulanza e ho preteso che lo visitassero completamente, prima di rendermi conto che io mi ero fatta male....che fatica nn avere nemmeno il diritto di sentrsi male!

ivan prestipino ha detto...

da Ivan: Lory, va bene preoccuparsi per i bambini, però mi raccomando pensa all'assicurazione... due euro in più aiutano l'umore....soprattutto con una botta in testa...
da Cri: Lory chi sa che spavento...un abbraccio grande.
ps. se hai bisogno di qualcosa, siamo qui.

lorenza ha detto...

@Lanterna, Ivan&Cri: Ho il collare per 8 giorni, e chiaramente non posso guidare o andare in bici, il che non facilita la logistica familiare, né gli spostamenti lavorativi che avevo programmato, ma sto abbastanza bene (diciamo che l'emisfero sinistro è un po' acciaccato, e la mascella continua a far sentire la propria presenza). Per quanto riguarda l'assicurazione... ci daremo da fare, quantomeno in onore della nostra vecchia e fedele skassona, oltre che della sottoscritta che spera di valere qualche soldo in più ;-)
@emily e M di Ms: vero? non avevo mai colto questo aspetto "deteriore" della mammitudine, in 7 anni avrò fatto 2tonsilliti e tre influenze...

MAQ ha detto...

porcamiseria, mi dispiace!!!
coraggio...........
:-0

Silvietta. ha detto...

ciao, spero vada meglio. abbi cura di te e del tuo collare! a presto, s.

rosita ha detto...

cavolo mi dispiace, spero che tu stia meglio!!!
magari non ti interessa in questo momento, comunque c'è un premio per te sul mio blog :)

valewanda ha detto...

porca miseria, m'immagino lo spavento e il casino di gestione. Ma tu riposa e riguardati, questo conta in questo momento. Bacioni

lorenza ha detto...

@Maq, silvietta, rosita e vale: grazie! ora ritiro il premio da tutte quante!