sabato 25 dicembre 2010

Natale 2010, quasi di passaggio

Lascio questa giornata bella e piena per i miei bimbi con un sottile velo di malinconia. Come quando lasci qualcosa, che sai non sarà più così.

Temo che questo sarà l'ultimo Natale in cui il Piccolo Ing. - e, di conseguenza, Piccoletta e, di conseguenza, tutti noi - potrà godere dell'attesa per l'arrivo di Gesù Bambino, nella notte magica di Natale. Non so se mio figlio sa e non dice, o se sospetta qualcosa, o se invece  è ancora davvero convinto. L'anno prossimo sarà in quarta elementare, e temo che non andremo più in là.
Ma non importa.
Natale è anche finzione sotto tanti altri punti di vista... Per ora con i bimbi ci godiamo il lato migliore della finzione e so già che, quando non ci sarà più, mi mancherà tantissimo. Ma ho imparato, quest'anno, ad apprezzare lo sforzo di responsabilità dei grandi di far sembrare ai piccoli che è tutto a posto e che è davvero festa. Non trovo che sia ipocrisia, trovo che sia un atto di responsabilità.

Temo che questo sarà anche l'ultimo Natale per una serie di "aggiustamenti" che sono giunti davvero al capolinea, ma quello lo lasceremo decidere all'anno che viene.

Ecco, il nostro Natale di passaggio è stato molto bello, e un po' dolceamaro come i bimbi che diventano grandi e questa vignetta di Altan



4 commenti:

Alessandra ha detto...

Prima di tutto auguri. Maia si è accorta che questo Babbo Natale non era quello dello scorso anno, ma ci ha creduto lo stesso. Il problema per me sono gli adulti (anziani e perciò semi giustificati) che pur di farsi la guerra a chi fa il regalo più bello stanno rovinando tutto.

Gatta ha detto...

ho ancora 5 anni di magia... anche Topolotto non è convintissimo al 100%...
per noi Natale con la febbre, ma ce la siamo goduta lo stesso.
E oggi ne approfittiamo per stare in casa al caldo, senza impegni perchè abbiamo la febbre, a giocare con tutti i nostri nuovi giochi!

Auguri anche a voi!

rocciajubba ha detto...

Belvetta già non ci crede, ma questo è DaddyBear che a Natale diventa tipo Grinch e l'atmosfera di attesa gli fa un baffo e che soprattutto non sa resistere ad aprire i pacchetti quindi ha iniziato 3 settimane fa a chiedere di poter aprire il suo regalo.
Ma comunque la magia resta.

lorenza ha detto...

@Alessandra: tu ricordi questa competizione esasperata tra i nostri nonni e queste gelosie? Io, personalmente, no. Mi fa molto pensare su questa generazione di nonni...

@Gatta: bel Natale di relax! Auguri!!

@Rocciajubba: il Grinch è uno dei miei film di Natale preferiti in assoluto!!