giovedì 22 settembre 2011

Paradigmi pedagogici a confronto (e un problema forse vero)


Primo giorno di scuola.
"Bimbi, c'è qualcuno che ha un fratello o una sorella più grande in questa scuola?"
Piccoletta, insieme a qualcun altro, alza la mano. Tutta la classe fa il giro della scuola e va a vedere dove sono le classi dei fratelli più grandi.

"Sai mamma, la maestra ha detto che Piccolo Ing. cammina sempre sopra le nuvole"
Piccolo Ing. cammina un po' più avanti, davanti a noi, e si gira:
"Sì, e ha detto pure che sono disordinato"
Non mi soffermo sul fatto che la maestra ha ragione, ma forse dire una cosa del genere davanti a tutta la classe del Piccolo Ing. e a tutta la classe di Piccoletta non è il massimo della vita (poteva almeno pareggiare con un difetto e un pregio, se proprio voleva affermare davanti a tutti l'evidenza lapalissiana che mio figlio è perennemente perso nel suo mondo).
Insomma, 'sta cosa mi fa incazzare da morire.
Ma faccio finta di niente, mantengo il tono tranquillo e cerco (al solito) di salvare capra e cavoli:
"Dirà anche che cammini sulle nuvole, però poi in pagella ti mette sempre e solo 10"
E chiudiamo l'argomento.

Ne parlo con Grande Nonna.
La quale, ovviamente, conosce perfettamente cause e soluzioni.
"Ci credo, E' TUTTA COLPA DEI FUMETTI. Questo bambino legge troppi fumetti, troppo Harry Potter, troppo Star Wars. Dovete TOGLIERGLIELI. Perché i fumetti e i libri ti coinvolgono, e lui non pensa a nient'altro, sempre con questo Topolino in mano. Fategli vedere un po' più di televisione, che rilassa. E fate sparire tutti quei fumetti da casa vostra."

E quindi ci troviamo di fronte a un bivio. Topolino o Maria De Filippi?

18 commenti:

Lanterna ha detto...

OK, dammi l'indirizzo di Grande Nonna così le mando a casa il mio maestro di sceneggiatura: 100 chili di uomo solidamente piantati per terra.
E non azzardarti a togliergli i fumetti!!!! ;-)

supermambanana ha detto...

cioe' davvero la nonna ha detto togli i libri e metti la televisione? non ci sono + le nonne di una volta :-(

Maddalena ha detto...

con tutto il dovuto il rispetto ma la nonna stava pensando ad altro ;) GUAI togliere libri! ti dirò alla fin fine sono bambini che restino pure sulle nuvole, finchè prende 10 vuol dire che gli fa bene!
E di maestre piccoline ce ne sono tante, io l'ho vissuta sulla mia pelle e me lo ricordo dopo 30 anni ancora con fastidio

lorenza ha detto...

@Lanterna:) i libri e i fumetti non li togliamo, ma io "da mamma" sono un po' preoccupata, in effetti...

@supermambanana: la nonna dice anche, da buona milanese, che "il troppo stroppia"

@Maddalena: per di più è una maestra che lui adora(va?)...

lorenza ha detto...

@supermambanana: e comunque no, non ci sono più le nonne di una volta! :D

Cocchina ha detto...

non ci sono neanche più le maestre di una volta, direi...

mogliemammadonna ha detto...

Sempre meglio Topolino!
Se poi tuo figlio è un sognatore non credo risolverai nè con la Tv nè diminuendo i fumetti.
Anche senza mezzi esterni probabilmente continuerebbe a fantasticare.
Mi ricorda mio nipote: sempre a inventarsi storie, a viverle tutto il giorno in qualunque posto si trovasse.
Ora fa il liceo ed è sempre stato promosso con buoni voti, mai un problema a scuola.
Non tarpiamo le ali ai nostri bambini e lasciamo che lo siano ancora un po', prima di diventare grandi.

kosenrufu mama ha detto...

lo sai, per me assolutamente NO TELEVISIONE, e poi se non possono vivere sopra le nuvole i bambini chi può? io ultimamente quando devo mi tolgo i miei sassolini dalle scarpe... se avessi di fronte io quella maestra!!!!i bambini hanno diritto a sognare per tutto il resto ci penseranno davanti.
un abbraccio

kosenrufu mama ha detto...

scusa forse son stata troppo dura, ma immagino il suo cuoricino mentre si sene dire così davanti a tutti... io mi sentirei diventare piccola come una formica. E' che i bambini bisogna lodarli, per farli crescere e migliorare e una maestra dovrebbe capire che forse per tuo figlio quello di essere tra le nuvole è il suo più grande dono, quello che forse gli permette anche di prendere tutti 10.

lorenza ha detto...

@mogliemammadonna e kosenrufu: avete ragione, i bimbi possono (e devono potere!) permetterselo... A volte ragioniamo con parametri troppo da adulti. Gli è che Piccolo Ing. è anche un gran timido, e spesso questo suo mondo alternativo gli serve da rifugio...

@kosenrufu: guarda, la maestra ha ragione perché sicuramente mio figlio è disordinatissimo e con la testa per aria, bisogna che gli venga detto, magari quella non era l'occasione più adatta. Io ho cercato di mettere una pezza, non so se ho fatto bene. Vediamo se questa cosa gli serve come monito per quest'anno!!

Monica ha detto...

Né l'uno né l'altro per carità! E poi te lo ritrovi sul trono!
io un'idea ce l'avrei, e magari ti farà sorridere. Punterei attività o sport in cui è richiesta concentrazione, decidi tu quale, arrampicata in palestra, scherma, golf, lancio del giavellotto che so io, qualcosa dove lui sperimenti i suoi limiti, ma anche il successo di superarli, in una sfida sotto controllo ovviamente. L'idea mi viene dopo aver visto quella trasmissione sugli adolescenti dopo sos tata, e un ragazzino trascorreva qualche giorno con ... non ricordo più chi, ma faceva esercizi dove si provava la vertigine, il rischio, vinceva prove difficili e si faceva aiutare da altri e ... (in ambiente protetto ovviamente), mi ha colpito e ho ripensato a quando io arrampicavo e mi aveva dato una carica sovrumana, mi sentivo capace, stavo bene. Ogni tanto bisognerebbe distogliere il cervello e buttarlo nel vuoto... mi capisci? almeno tu, altri che leggeranno penseranno io sia fuori di testa, ma non lo sono... e tu lo sai :) bacioni, sentiamoci

chiara ha detto...

Lo ritengo un gran pregio il poter fantasticare un pò alla sua età sarà sicuramente un bambino con molta fantasia e molte cose da dire.
Credo altresì che i bambini come lui da questo immergersi nei loro pensieri abbiamo o acquisiscano una capacità alla riflessione che altri più istintivi non hanno.

M di MS ha detto...

Ma dai! La Grande Nonna e' incredibile!
Senti toglimi una curiosita': ma perche' Grande? Suona cosi edipico...

PrecariaMamma ha detto...

Topolino uber alles! E "avere la testa tra le nuvole", dal mio punto di vista, è un pregio :)

lorenza ha detto...

@Monica: :) sai che non penso che tu sia fuori di testa ma i tuoi rilanci mi fanno sempre molto pensare, grazie. Non ne sono ancora venuta a una, intanto domani iniziamo l'odiato nuoto... Sarà il sasso oltre l'ostacolo? Mah....

lorenza ha detto...

@M di Ms: è molto edipico, in effetti. Grande perché mia madre è una gran donna, ma ingombrante, sotto TUTTI i punti di vista

@PrecariaMamma: sai, lo guardo, guardo i suoi genitori e mi chiedo: "Ma come altro poteva venir fuori?!?". Questo plebiscito sulla testa tra le nuvole mi rinfranca molto, devo essere sincera. Grazie!

valewanda ha detto...

Mi sembra mio nipote Francesco, figlio di Ale, disordinato e perso nel suo mondo. Ale aveva detto le stesse cose di tua madre, ma io, da lettrice accanita, proprio non ci stavo a sentirle. I libri fanno sognare, e va bene così! E a me gli occhi del piccolo ing mi sono rimasti impressi e non me li scorso piu' :-)

Mammamsterdam ha detto...

Cosa ti fa pensare che uno che cammina con la testa fra le nuvole lo faccia per checchessia impulso esterno? Lo fa perchè è fatto cos`^ed è un grande dono nella vita, perchè ti cerchi istintivamente uno spazio per pensare dove l' aria è più pulita.

A me la nonna, mentre le parlavo di un grosso attacco di rabbia di figlio due (ha sfondato la porta del fratello a martellate, meno male, sul momento pensavo l' avesse fatto a mani nude) e che l' ho subito preso, abbracciato, contenuto e chiesto seriamente cosa possiamo fare per aiutarlo a non farsi male e far male agli altri quando si arrabbia, a che trucco dobbiamo pensare ecc. mi risponde:
E vabbè, ma se cercate un trucco gli passi il messaggio che si può comunque arrabbiare.

Pardon? E allora magari facciamo prima a lobotomizzarlo?

Ste nonne, una si chiede come sono riuscite mai a farci grandi senza grossi danni.