giovedì 18 giugno 2009

Chicche suoceresche


In premessa cito Telli, mamma di cinque maschi e destinata quindi, nella vita, a fare la suocera almeno cinque volte: "Qualsiasi cosa dici o fai, hai sbagliato".

E' vero Telli, hai ragione. Fare la suocera è un mestiere difficilissimo.
Ma le nuore non dimenticano (e adesso hanno anche un blog).

Interno giorno. Mattina. Brutto tempo, decidiamo di non scendere al mare. Bambini in libertà, mamma tenta un disperato recupero del disperato arretrato di lavoro che giace nel suo PC e in una angolo della sua mente. Sta dietro ai bambini, risponde al telefono, risponde alla suocera (che, esattamente come i bambini, non si accorge che mamma lavora), prepara il pranzo per tutti (dato che i suoceri sono eccessivamente indaffarti a monitorare gli spostamenti del gatto ormai semi-randagio e a tenere d'occhio i cassonetti della spazzatura lungo la strada, non ancora svuotati ad un'ora decisamente indegna). Pranziamo, prendiamo la macchina per andare al mare.
"Ma tu lavori!" fa lei.
"Eh sì, sai com'è, quando sei libero professionista sei a casa ma non sei mai in vacanza..." rispondo io.
"Certo che il tuo lavoro è proprio uno sbattimento!"
"..."


Esterno giorno. Ai bagni.
"Guarda com'è abbronzato Franco!"
Altri blabla.
"Certo che tu, bruna come sei, non ti abbronzi proprio per niente!"
"... Mah, veramente... mi sono sempre abbronzata"
"E adesso, com'è che non ti abbronzi?!?"
"..."

6 commenti:

Rossana ha detto...

Non mi ci voleva questo post, a due giorni dalla partenza per una settimana in bocca alla suocera. ;D

Anni fa, in uno dei primi incontri, mi disse: "Rossana sai come sono fatta, te lo devo dire: il tuo profumo fa schifo, non mi pozzo avvicinà!"
Da lì è iniziato il nostro rapporto fatto di cose dette in faccia (non indolori, ovvio).

chiara ha detto...

La convivenza forzata gioca brutti scherzi!!!!
Ti faccio tanti auguri!
Consolati nelle loro buone intenzioni, i mia suocera è partita settimana scorsa e non tornerà fino alla fine dell'estate, SOB!

Lanterna ha detto...

Mai stata più contenta di non avere una suocera. In compenso c'è mia mamma che, pur piccola com'è. fa per due suocere...

mammamanga ha detto...

meno male che la mia "cara" suocera si trova a soli tremila chilometri da qui...in questo sono forunata :D
un bacio

Marilde ha detto...

Ma le nuore non dimenticano vale anche per me, che nel frattempo ho avuto modo di essere suocera. Per lo meno delle fidanzate che i miei figli mi hanno fatto conoscere. Confermo: ruolo difficile. Per chi come me ha avuto pessimo rapporto con la suocera il rischio di rapporti idilliaci con le nuore è alto. Con il tempo ho capito che anche questo non va. Che anche questa può essere invadenza. Rapporti di giusta distanza, reciproco rispetto, sono l'ideale.
@Rossana: se dopo una frase del genere ancora parli con tua suocera, davvero complimenti per la tolleranza!

lorenza ha detto...

Sparare sulla suocera è un po' come sparare sulla Croce Bianca: poi, ti senti sempre un po' in colpa. Credo che se lei potesse, scriverebbe cose ben peggiori sulla sottoscritta. Il problema, come dice Marilde, è che rimane sempre un rapporto in cui bisogna mantenere la giusta distanza: non troppa, altrimenti poi la relazione muore, ma non troppo poca. E comunque, come dice la saggezza popolare: le guerre si fanno sempre in due. Amen. ;-)Buone vacanze a tutte le accoppiate nuora-suocera!