lunedì 18 febbraio 2013

Cinderella Mood e la sapienza della quasi quarantenne


Il buon proposito per il 2013 consisteva nel pubblicare un post alla settimana, su questo blog, che non parlasse dei fatti miei e che possibilmente ripresentasse qualche ragione per tenere in piedi questo blog con un po' di dignità (e ok, non iniziamo subito a divagare su cosa si intenda per dignità di un blog).

Bene, oggi è lunedì e non giovedì, io sto scrivendo un post sui fatti miei (e per di più assai lamentoso, nelle intenzioni) e continuo a chiedermi cosa farne di questo spazio, che è pure davvero prezioso e tuttavia così trascurato. Avrei potuto parlare di SMW, di Sanremo, del Papa, del meteorite. E invece no.

Per fortuna che c'era quello che diceva che i buoni propositi sono fatti per essere infranti.
Non ditemi che era il solito Oscar Wilde.

Il buon proposito per il 2013 era, ed è, "SI CAMBIA". 
Cinderella Mood On vorrebbe che arrivasse la Fata Madrina e mi rifacesse nuova, meglio che tre giorni alla spa. La quasi quarantenne in un solo mese di 2013 ha visto porte chiudersi e aprirsi, e poi richiudersi, con una velocità impressionante. Poi ci sono le porte che lasciano sempre uno spiffero. La quasi quarantenne sa che non ci si può fare nuovi da un momento all'altro, ed è piena di gratitudine verso le persone che aprono porte nuove, e che la stimano.

Cinderella Mood On vorrebbe che il Principe Azzurro arrivasse e la liberasse da tutta la fatica di questi tempi. La quasi quarantenne sa che i Principi Azzurri non esistono, e che nessuno farà le cose per lei al suo posto. Quindi, bando alle ciance e rimbocchiamoci le maniche.

Cinderella Mood On dice che bisogna essere umili, passare lo strofinaccio e stare zitti, e aspettare il momento giusto facendo buon viso a cattivo gioco, e che la forza sia con te. La quasi quarantenne, invecchiando, diventa sempre meno tollerante e sempre più irriverente, e ogni tanto sospira davanti all'immaginetta di Darth Vader, sognando di diventare cattiva come lui - il lato oscuro della forza ha un fascino pazzesco, si sa.

Cinderella Mood On e la quasi quarantenne litigano incessantemente da un mese a questa parte.
A parte il disturbo bipolare ormai pubblicamente dichiarato, la sottoscritta non sa più che pesci pigliare, in mezzo a queste due. 

Possiamo sperare solo nei topini, che anche i saldi sono finiti, nel frattempo.

L'immagine viene da Flickr

3 commenti:

Silvietta ha detto...

ecco, io comprendo perfettamente questo post. ma così perfettamente che non riesco a commentarlo ma, anzi, ti sto scrivendo una mail pvt. il fatto è che un po' le profezie si autoavverano e che in un momento immobile come questo, in attesa dei risultati elettorali, asfittico, come solo questo paese che vive di tribune televisive e di tifo da stadio e non sa darsi un progetto per i prossimi dieci anni, e un po' pessimista, appena diventi un po' saggia vorresti tanto poterti sedere. io credo sia naturale.

ma spero, e spero che scriverai di questo, che confrontandoci con gli altri ci venga voglia di non aspettare più nessun principe azzurro, ma di tirarci su le maniche e costruircela da noi, la carrozza.

a presto

littleelo ha detto...

come capisco, anche se quasi son due anni che sono quarantenne! E' che con lo scattare degli "anta" scatta anche la mania dei bilanci, che è quello che tifrega perché non sai più se guardare avanti o guardare indietro!

supermamma ha detto...

La quasi quarantenne, invecchiando, diventa sempre meno tollerante e sempre più irriverente, e ogni tanto sospira davanti all'immaginetta di Darth Vader, sognando di diventare cattiva come lui - il lato oscuro della forza ha un fascino pazzesco, si sa.... lo sai che è successo anche a me e molto prima dei 40 anni! tu dici sarà la vecchiaia oppure il fatto che molte persone sono maleducate? :-)