giovedì 16 settembre 2010

I Have a Dream (Referendum Days a Milano)

Milano con 300 km di piste ciclabili (seee, già per l'Expo ne volevano fare 50, lastricate d'oro probabilmente, visti i costi preventivati, e non faranno manco quelle. Venite a vedere come sta messa la pista ciclabile sotto casa, un posteggio).

Destinare il 50% delle superfici da riqualificare al verde urbano (seee, già stanno a litigare su chi costruisce di più).

Riaprire i Navigli (seee, li abbiamo chiusi 60 anni fa, il Progresso che avanza, e voi volete riaprirli?)

Devo essere sincera: la prima volta che ho letto dei 5 quesiti referendari ho pensato che questi fossero pazzi.
Che a puntare così TANTO in alto, si rischia di essere velleitari.

Poi mi sono fermata.
E ho riflettuto.

Ho pensato che, per una volta tanto, cosa costa sognare?
Perché sognare ci sembra così difficile ed irrealistico?

Perché mai non sognare una città in cui ci si può muovere in bici (perché Milano è piccola), in cui le persone si riprendono i posti, i corsi d'acqua (e le zanzare e le pantegane, tanto quelle ci sono lo stesso) e un modo diverso di "starci dentro"?

E così, eccoci qui.

Venerdì 17, Sabato 18 e Domenica 19 Settembre si terrà la raccolta firme per promuovere CINQUE REFERENDUM per la qualità dell'ambiente, promosso da MilanoSìMuove. E' necessario raccogliere 15.000 firme entro il 6 Novembre.

Per leggere i quesiti referendari, andate qui.

E per sapere dove andare a firmare, leggete qui.

E poi, chiudiamo gli occhi, sogniamo, e andiamo a firmare.


6 commenti:

M di MS ha detto...

Ho avuto la tua stessa reazione.
Vengo a firmare, ma veramente mi sento una velleitaria...

Ruben ha detto...

Hai proprio ragione, sarebbe davvero un bel sogno, ma visto che anche il cammino più lungo e difficile inizia con il primo passo, farò sicuramente la mia parte sognando una veloce e vincente raccolta firme!

Lanterna ha detto...

Se vivessi a Milano, firmerei. Anche se poi non vado in bicicletta.

acasadiclara ha detto...

anche io firmerò. perchè sono una sognatrice. e una ciclista urbana. una bikemi-biker. una milanese. e perchè è importante partecipare ed essere in tanti.
ciao!!

Gatta ha detto...

Fatto. E ora lasciamo il posto alla speranza :)

lorenza ha detto...

Fatto, alle 19:05 di Domenica. Inrociamo le dita, e non sentiamoci velleitari ma sanamente sognatori!!